martedì 22 agosto 2017

Noise...

Abito in un posto tranquillo, quasi dentro ad un bosco. In dieci minuti mi sono dovuto sorbire 4 sirene di ambulanze, 4 di quelle che trasportano il sangue, 3 dei pompieri, diverse sgassate di moto varie, due accellerate della raccolta rifiuti e una quindicina di auto che arrancavano in seconda su una salita in sanpietrini a senso unico. Per inciso, é il 22 agosto, fa un caldo boia e sono le tre del pomeriggio... .

venerdì 18 agosto 2017

Panchine...

Ci sono panchine e panchine. Alcune sembrano essere messe lì per godersi la bellezza del creato. Sotto una quercia, davnti una solitaria scalinata nel verde, in mezzo al nulla. Ti siedi lì, da solo, e ti godi il silenzio, al massimo qualche cinguettio, ammiri la bellezza, assopori te stesso. Che belle queste panchine... .

martedì 15 agosto 2017

Peace...

Come qualcuno più determinato di me sta perseguendo da tempo, convidivido con lui che é ora di dare alla pace una vera chance. Nella storia, tutti i sistemi hanno fallito, portandoci a situazioni ormai insostenibili. Abbiamo reso l'uomo infelice e la natura schiava. E' tempo di una vera pace, iniziando da ognuno di noi, personalmente, per ritrovare ed apprezzare quell'equilibrio e quella coscienza perduti. Senza quella vera pace non potremo comprendere l'immensità del miracolo di questa vita, né di chi ci permette di viverla. Qualcosa di incommensurabile, che però alberga anche dentro di noi e con il quale bisogna tornare a convivere... .

domenica 13 agosto 2017

Turisti per caso...

Non c'é razza più stupida di quella del turista. Non per niente in alcune zone super affollate di questi ebeti che girano senza vedere, tipo Venezia o il Salento per esempio, la popolazione che non fa affari si sta ribellando, inziando a scrivere cartelli come 'turist go home'. Sì, l'invasione di massa, la moda degli stereotipi, sta facendo la sua fine. Se vai in un posto non fotografare le solite cose o non mangiare nei soliti posti, che ti scrivono le guide interessate, ma parla con la gente che visiti, cerca di capire dove sei, non giudicare, non sbraitare, fotografa il meno possibile. Cerca di imparare e. soprattutto, vacci da solo, non in gruppo!

venerdì 11 agosto 2017

Monster...

Abbiamo creato un mostro, che é la nostra società. Per sostenerlo e giustificarlo lo alimentiamo sin dalla nascita con le religioni, la scuola, la cultura, il lavoro, fino alla morte nell'ignoranza. Ci siamo accontentati di avere la pancia piena, un bel vestito, campare qualche anno di più, avere un tetto sulla testa e morire senza aver capito nulla. Il mostro ci divora giorno dopo giorno, uccide le nostre aspettative, ci alimenta di illusioni, ci attanaglia nelle tenebre che curiamo con palliativi da pochi euro. Non ci vogliamo svegliare da questo torpore, da questa soap opera della vita, capaci di nutrire una mente malata di novità. Non vogliamo fermarci, la paura che tutto crolli ci attanaglia, obbligandoci ad una vita brutta ed irreale, attorniati dalla vera bellezza che non sappiamo cogliere con semplicità. Ci lamentiamo di tutto, del caldo e del freddo, del troppo e del poco, del giorno e della notte, ubriachi di droghe, alcol e medicinali. Viviamo come degli zombies uccidendo gli altri, chiedendoci se esistono degli alieni, cioé noi... .